Ventimila leghe sotto i mari

| ,

Ventimila leghe sotto i mari

Cari lettori, il primo classico della letteratura marinaresca che vi consigliamo in questo 2022 è un romanzo senza tempo: Ventimila leghe sotto i mari, il capolavoro di Jules Verne. Approdato in Italia nel 1873, fu inizialmente pubblicato a puntate sul Magasin d’éducation et de récréation dal marzo 1869 al giugno 1870.

LA TRAMA

Il professor Pierre Aronnax viene chiamato a compiere un’impresa apparentemente impossibile: trovare e sconfiggere il terribile e misterioso mostro marino che sta facendo strage di marinai e imbarcazioni. Pare essere enorme, velocissimo, fluorescente e spietato. A bordo della fregata Abraham Lincoln, Aronnax parte alla ricerca del mostro, in compagnia del fidato assistente Conseil e del fiociniere Ned Land. Sarà solo dopo un primo spaventoso incontro con il “mostro”, durante il quale l’Abraham Lincoln verrà distrutta, che i tre scopriranno la sua vera identità. Il mostro marino altro non è che un avveniristico sommergibile, il Nautilus, comandato dal Capitano Nemo.

IL NAUTILUS

Ecco, signor Aronnax, tutte le dimensioni del nostro battello. È un cilindro molto allungato a punte coniche. Si avvicina sensibilmente alla forma di un sigaro, forma già adottata a Londra per molte costruzioni marine. La lunghezza di questo cilindro, da un capo all’altro, è esattamente di settanta metri e la sua larghezza massima è di otto metri. Non è, perciò, costruito con le stesse proporzioni dei vostri vapori, ma le sue linee sono sufficientemente allungate e la sua carena è molto affusolata, affinché l’acqua spostata scivoli facilmente e non opponga alcuna resistenza alla sua marcia. Le due misure che vi ho dato vi permetteranno facilmente di ottenere, con un semplice calcolo, la superficie e il volume del Nautilus. La sua area misura 1.011,45 metri quadrati e contiene 1.500,2 metri cubi. Una volta immerso completamente sposta 1500.2 metri cubi d’acqua, o 1500.2 tonnellate metriche.

Con queste parole il Capitano Nemo (ex principe indiano e ingegnere esperto) descrive al protagonista del romanzo la sua imbarcazione. Aronnax ne è terribilmente affascinato e prosegue volentieri il suo viaggio a bordo del Nautilus. In compagnia del Capitano Nemo avrà modo di esplorare fondali misteriosi, affrontare un calamaro gigante, viaggiare per oltre 80000 km (le ventimila leghe del titolo) e vedere persino i resti di Atlantide.

PRIMA E DOPO

Ventimila leghe sotto i mari non è una storia che inizia e finisce, sebbene sia possibile leggere il romanzo comprendendo ogni passaggio. Fa parte, e ne è in effetti il capitolo centrale, di una trilogia che ha inizio con I figli del capitano Grant e vede la sua naturale conclusione nell’opera L’isola misteriosa. In questo ultimo capitolo della trilogia scopriamo quali sono le sorti del Capitano Nemo, approdato sull’isola a seguito del naufragio del Nautilus.

L’AUTORE

Jules Verne ci ha lasciato in eredità ben più di un romanzo iconico. Oltre a essere l’autore di Ventimila leghe sotto i mari, infatti, ha prodotto altri capolavori della letteratura fantascientifica come Viaggio al centro della Terra e Il giro del mondo in ottanta giorni, classici che tutti noi abbiamo letto almeno una volta sui banchi di scuola. Non gli saremo mai grati abbastanza per il patrimonio di storie e personaggi con cui ha arricchito la letteratura moderna.

Buona lettura, cari lupi di mare, e buon vento a tutti!

Lascia un commento

Restiamo in contatto!
Compila il form per ricevere la nostra newsletter

* campo obbligatorio

 

logo sernicola sviluppo web milano