Skip to main content

The Passenger: Venezia con gli occhi di Iperborea

| ,

The Passenger

Cari lettori, qualche mese fa, in occasione dell’uscita di una guida sul Mar Mediterraneo, vi avevamo accennato a The Passenger, un progetto di Iperborea. In questa prima frase ci sono già tre cose che dobbiamo spiegarvi meglio: cosa intendiamo con guida in questo specifico caso, qual è l’obiettivo della collana The Passenger e cosa sia Iperborea. Procediamo con ordine allora, partendo dalla fine.

IPERBOREA

Iperborea è una casa editrice indipendente nata nel 1987 con il principale scopo di divulgare la tradizione letteraria scandinava in Italia. Negli anni il focus si è ampliato, concentrandosi anche su altre realtà, fino a partorire il progetto The Passenger.

LA GUIDA-NON-GUIDA

The Passenger è una pubblicazione a cavallo fra libro e rivista, che raccoglie inchieste, racconti, rubriche e infografiche riguardanti un luogo del mondo. A dar voce ai singoli volumi sono numerosi collaboratori, che si servono delle storie e delle testimonianze di chi quel luogo lo vive ogni giorno, in una sorta di reportage che vuole essere contemporaneo, ma non attuale.

Sul dove, come e quando di una destinazione c’è abbondanza di offerta tra guide, riviste, ma anche siti e app. Quello a cui THE PASSENGER prova a rispondere è il perché.

L’ULTIMA USCITA, VENEZIA

A novembre 2023 è uscito il nuovo The Passenger dedicato alla nostra Venezia, la Serenissima. Tutti gli articoli e le rubriche contenute in questo numero hanno qualcosa in comune, perché portano alla luce una verità apparentemente sconosciuta: Venezia, così apparentemente immobile e cristallizzata nella storia, è in realtà in continuo mutamento e sempre pronta a ripartire. Ecco alcune delle inchieste che potrete trovare al suo interno:

  • Come un giorno di fine estate di Gianni Montieri mette in luce i numerosi contrasti di questa splendida città;
  • Popoli delle maree di Eleonora Vio è incentrata sulla storia della comunità bangladese a Mestre;
  • Da ogni dove di Anna Toscano è un inno agli studenti che popolano la città.

I FOTOGRAFI DI “THE PASSENGER”

Un’altra particolarità del progetto è la collaborazione di fotografi internazionali di eccellente bravura. In questo numero gli scatti sono dell’italianissimo Matteo de Mayda, vincitore di numerosi premi e le cui fotografie sono state pubblicate su The New York TimesFinancial Times MagazineInternazionaleDie Zeit6Mois e Vogue.

Se volete dare un’occhiata al The Passenger su Venezia, basta cliccare qui.

Per sbirciare, invece, gli altri volumi della collana, cliccate qui.

Lascia un commento

Restiamo in contatto!
Compila il form per ricevere la nostra newsletter

logo sernicola sviluppo web milano