procida ispira

16,00

Sottotitolo: un’isola crocevia di culture

Autore: elisabetta montaldo – donatella pandolfi

Editore: nutrimenti

ISBN: 9788865948712

1 disponibili (ordinabile)

1 disponibili (ordinabile)

COD: 9788865948712 Categorie: ,

Descrizione

La lunga storia, appassionante come un romanzo, delle culture e degli artisti di ogni genere che a Procida, e da Procida, hanno tratto ispirazione.

Una storia fatta di presenze, di innamoramenti, di viaggi e di fughe, di contaminazioni e scoperte.

Questo volume ricostruisce per la prima volta, in modo agile ma rigoroso, e con un ricchissimo apparato iconografico, come l’isola di Procida sia stata nei secoli un crocevia di linguaggi, stili e architetture. Un contributo prezioso per conoscere la Capitale italiana della Cultura 2022.

Praticamente da sempre Procida è stata un punto di incontro di culture, luogo di contaminazione, ma anche di ispirazione per artisti, scrittori, poeti, fotografi, registi. Nel 1600 a.C. è documentata la prima presenza greca, in particolare micenea. Non a caso l’isola compare in opere dell’età classica, come la Gigantomachia di Apollodoro di Atene, o negli scritti del geografo Strabone. Nel 1350 Boccaccio ambienta a Procida una novella del Decamerone. Nel Cinquecento è terra di frontiera nello scontro fra l’Impero Ottomano e la Lega Santa e sull’isola appariranno in successione saraceni, aragonesi e borboni. Ognuno lasciando tracce importanti negli scritti e nel territorio.

Poi sarà la volta del secolo dei lumi e dei Grand Tour, e a Procida approdano viaggiatori da tutto il Nord Europa, come Alphonse de Lamartine, autore di Graziella, romanzo simbolo dell’isola. E infine, nell’età contemporanea, Procida continua a essere luogo di ritrovo e fonte di ispirazione per letterati, artisti, registi, a cominciare ovviamente da Elsa Morante e il suo L’isola di Arturo.

Edizione: 2022

Restiamo in contatto!
Compila il form per ricevere la nostra newsletter

logo sernicola sviluppo web milano