Tag: libri di mare

Mare Tascabile - Un anno in barcastop

PRESENTAZIONE IN LIBRERIA

GIOVEDÌ 30 MAGGIO 2019 ALLE ORE 19.00

Per la rassegna “Tutti i giovedì in libreria” patrocinata dal Comune di Milano, la Libreria del Mare ospiterà l’evento “Mare tascabile – Un anno in barcastop”.

"Un anno in barcastop" di Erica Giopp, edito da Alpine Studio - Evento "Mare tascabile"

Erica Giopp presenterà, infatti, il suo libro “Un anno in Barcastop”, edito da Alpine Studio. Ma cos’è il barcastop? Si tratta, in effetti, dell’autostop del mare, che si fa viaggiando in barca a vela, ricevendo passaggi in cambio di aiuto nelle pulizie o al timone.

IL VIAGGIO DI ERICA

Non lo fa per ritrovare se stessa, per cercarsi nel contatto con l’estremo. Lo fa per scappare: dai doveri, dagli impegni, dai trent’anni che si avvicinano. Erica lascia lavoro, fidanzato, amici e famiglia; parte a ottobre 2016 e torna un anno dopo.

Nel mezzo: 17000 miglia, un solo piccolo bagaglio, poche ore di sonno, molte di lavoro duro, intossicazioni alimentari, settimane di bonaccia e innumerevoli tramonti sull’oceano… di quelli da guardare in silenzio.

Il barcastop in Italia è poco diffuso, ma all’estero è già una moda. E’ un’esperienza che può fare chiunque: architetti, bariste, studenti, fotografe, con o senza figli, con più o meno soldi.

Il viaggio di Erica è un viaggio attraverso l’umanità, che ci fa conoscere in tutti i suoi aspetti più crudi, grezzi ma sinceri… Come le amicizie (e gli amori) che nascono nel mezzo del nulla, quando non si parla la stessa lingua, non ci si lava da giorni e si indossano
sempre gli stessi vestiti sporchi.

Erica torna l’anno dopo con più consapevolezza, senza imbarazzi, con più amore e fiducia nel prossimo, di quelli che solo chi ha condiviso il mare può provare.

“Mare tascabile – Un anno in barcastop” è un evento da non perdere. Il libro di Erica interessa, infatti, un pubblico trasversale, perché usa un linguaggio giovane e ritrae un’ampia gamma di personalità in cui il lettore può riconoscersi. Inoltre, non serve una conoscenza tecnica del mondo della navigazione: è una storia appassionante sia gli esperti sia chi soffre il mal di mare… Infine, Erica ha uno stile ironico e leggero e non ha la pretesa di ergersi a guida spirituale.

Canoa con paesaggio - Carlo Auriemma, Elisabetta Eordegh - Barca Pulita

10 libri di mare… da leggere nella vita (parte prima)

La letteratura mondiale ci ha donato, nel corso dei secoli, ben più di 10 libri di mare straordinari; storie da leggere tutte d’un fiato, avventure mirabolanti, esplorazioni, diari di viaggio più introspettivi… Generi e stili diversi creati da molteplici scrittori, alcuni dei quali sono entrati nella storia!

Sarebbe impossibile stilare una vera e propria classifica delle letture migliori, perché nella vita tutto è opinabile (de gustibus non disputandum est)! Di conseguenza, abbiamo preparato un elenco di libri eccezionali, che si possono annoverare fra i più interessanti e appassionanti del settore… Ma senza avere la pretesa di definirli “i migliori in assoluto“!

Moby Dick di Herman Melville

Avventure sotto i mari

Partiamo da un classico del settore: Ventimila leghe sotto i mari” di Jules Verne! Chi non ha sognato, almeno una volta nella vita, di imbarcarsi a bordo del Nautilus in compagnia del Capitano Nemo alla scoperta degli abissi marini? Verne, col suo genio visionario e uno stile capace di unire descrizioni scientifiche al ritmo dei romanzi d’avventura, ha regalato al mondo un vero e proprio capolavoro. Imperdibile!

 

Un uomo, una vela e il mondo da esplorare

Tutti gli amanti della vela, invece, prima o poi affrontano il primo giro del mondo in barca a vela in solitario senza scalo in “compagnia” di Bernard Moitessier, fra le pagine del suo best-seller: La Lunga Rotta. Lo stile di scrittura del celebre navigatore del Novecento non è fra i più semplici e accessibili, ma la sue scelte anticonvenzionali rimangono tuttora senza pari nel mondo della nautica!

L’uomo e la natura

Meno rivoluzionario, ma estremamente intenso, invece, il romanzo d’avventura Moby Dick” di Herman Melville, perla indiscussa della letteratura di mare: Ishmael, il Capitano Achab e la Pequod da un lato, Moby Dick, il mostruoso leviatano albino, e la tremenda forza degli oceani dall’altra. Un volume epico e a tratti spaventoso, che incute un profondo senso di rispetto per gli elementi della natura ed evidenzia l’umana impotenza nei loro confronti. Nessun vero uomo di mare può dirsi tale senza aver affrontato questa lettura!

Nei Mari del Sud…

Corto Maltese Una Ballata del Mare Salato di Hugo Pratt

Tornando, invece, a scrittori più vicini nel tempo e nello spazio, come escludere da questa rassegna Una ballata del mare salato” di Hugo Pratt? Corto Maltese e Rasputin, la Prima Guerra Mondiale alle porte e i Mari del Sud da esplorare, enigmi e avventure da vivere insieme ai protagonisti di questo intramontabile fumetto… E se qualcuno pensa che i fumetti siano una lettura da ragazzi, motivo in più per immergersi in quest’opera straordinaria e scoprire che non è così!

 

Alte latitudini!

Dulcis in fundo, concludiamo la prima parte di questo articolo con la storia vera di Sir Ernest Shackleton e dell’equipaggio imbarcato sulla sua Endurance. Ventisette uomini, partiti alla volta del Polo Sud a bordo di una splendida goletta, rimangono intrappolati fra i ghiacci per dieci mesi. Alfred Lansing ricostruisce un’impresa intramontabile, nella quale le parole d’ordine furono coraggio, resistenza e abnegazione! Una lettura strabiliante per tutti, marinai e non, al punto che oggi viene utilizzata anche per team building aziendali!

 

Continuate a seguirci: prossimamente pubblicheremo la seconda parte dell’articolo “10 libri di mare… da leggere nella vita”!

Mare, Barca Pulita, Carlo Auriemma ed Elisabetta Eordegh

Premio Marincovich 2019

Artico Mian Premio MarincovichL’edizione 2019 del Premio giornalistico-letterario Carlo Marincovich è giunta alla stretta finale. I giurati, infatti, hanno emesso il verdetto: ecco le terzine finaliste sia per la sezione saggistica sia per la narrativa.

Premio Marincovich 2019 – Sezione Saggistica
  • Artico di Marzio G. Mian (edito da Neri Pozza)
  • Una specie di paradiso di Franco Giliberto e Giuliano Piovan (edito da Marsilio)
  • Storia del Mediterraneo in 20 oggetti di Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli (edito da Laterza)
Premio Marincovich 2019 – Sezione Narrativa
  • Magellano di Gianluca Barbera (edito da Castelvecchi)
  • Sfida sull’oceano di Andrea Stella (per San Paolo Edizioni)
  • La vela di Odessa di Luciano Piazza (per Youcanprint)

 

Imbarcazioni in legno Bortolami Premio MarincovichPremi Speciali

La giuria assegnerà anche due premi speciali: uno al libro “Barcolana – Un mare di racconti” (edito da Giunti), che celebra i 50 anni della regata più grande del mondo, a cura di Mitja Gialuz e Alessandro Mezzena Lona; l’altro, invece, va a Leonardo Bortolami, autore di “Imbarcazioni in legno – Il restauro consapevole“, manuale tecnico (edito da Il Frangente).

Anche per la sezione giornalistica la giuria ha già attribuito due premi: il primo va a Bruno Cianci, amico della Libreria del Mare e autore dell’articolo Lloyd’s Register apparso su Nautica (cultura del mare); il secondo, invece, va ad Antonio Vettese, autore di Ciao Raul apparso su Il giornale della Vela (navigazione).

Il Premio Marincovich

Il Premio Marincovich nasce nell’Aprile 2009 per ricordare la passione e la competenza con cui per quasi cinquant’anni Carlo Marincovich ha scritto di mare, di regate e di motori.

La Giuria del Premio, presieduta da Patrizia Melani Marincovich, è composta da progettisti, giornalisti, scrittori e “uomini e donne di mare”. I giurati hanno espresso le loro valutazioni, considerando la ricerca, l’originalità e la chiarezza di scrittura… Ma non solo! Anche il dettaglio, lo stile e, nel caso dei libri, l’emotività, il coinvolgimento ed il contenuto didattico.

I premi sono “oggetti, parti e componenti di imbarcazioni che hanno fatto la storia e la cronaca moderna del design e dell’andar per mare” montati a trofeo, gentilmente offerti da armatori, atleti, circoli nautici e collezionisti. Un prezioso e originale riconoscimento per chi ha a cuore il mare e tutto ciò che lo circonda!

Portolani e guide nautiche

Portolani e guide nautiche

Le migliori scelte per il 2019

E’ arrivato il momento di scegliere portolani e guide nautiche per la nuova stagione. Il rigore dell’inverno è ormai alle spalle e, a breve, la primavera porterà con sé il profumo salmastro dell’aria di mare. Che bello programmare le rotte per l’estate! Ma dove andare? Quale guida scegliere? Le possibilità sono tante e non è facile prendere una decisione fra le varie opzioni disponibili.

777 – Edizioni Magnamare

La collana “777” delle Edizioni Magnamare è la più gettonata al momento, soprattutto grazie al semplicissimo approccio cartografico. Le descrizioni sintetiche di porti, baie e aree marine protette completano l’opera. In due facciate avrete davanti a voi tutto quello che occorre sapere sulla zona trattata. Non dovrete più impazzire a cercare ulteriori informazioni nelle pagine precedenti o seguenti!

Portolano Cartografico e Rod Heikell – Il Frangente

Anche le Edizioni Il Frangente hanno lanciato nel 2017 la collana “Portolano Cartografico“, moderna e di facile utilizzo. Per i tradizionalisti, invece, i portolani di Rod Heikell tradotti in italiano rimangono un must. Queste guide hanno descrizioni più dettagliate, ma qualche pianetto in meno.

Navigare lungocosta di Mauro Mancini – Class

Le guide nautiche più affascinanti e simpatiche rimangono, però, i Navigare lungocosta” pubblicati da Class Editori nella collana “Il Tagliamare”. Questi piccoli portolani con copertina cartonata riproducono in fac-simile i vecchi diari di bordo di Mauro Mancini. Grande amico di Ambrogio Fogar, Mancini disegnava per conto suo i dettagli di porti e baie; poi li arricchiva con le sue annotazioni personali. Unico neo: alcuni volumi della serie sono, ormai, un po’ datati.

Portolani ufficiali – Istituto Idrografico della Marina

Non dimentichiamoci, però, i portolani ufficiali editi dall’Istituto Idrografico della Marina, gli unici ad avere valore legale. Assieme alle carte nautiche e ad altre pubblicazioni, fanno parte della Documentazione Nautica Ufficiale obbligatoria a bordo. Dettagliatissimi sui porti italiani e costantemente aggiornati, sono, però, meno utili al diportista che ama la rada rispetto ai portolani dei vari editori privati.

Rod Heikell – Imray

Il nostro assortimento di portolani vanta anche numerosi volumi in lingua originale, sia per il Mediterraneo sia per il resto del mondo. La versione originale inglese dei portolani di Rod Heikell pubblicati dalla Imray costituisce sempre un’ottima scelta. Per chi imbarca ospiti che hanno poca dimestichezza con l’italiano sono l’ideale! Inoltre, la copertina rigida preserva i volumi dall’usura del tempo e del clima.

Greece, Sea Guide – Eagle Ray

Fiore all’occhiello della libreria, i portolani “Greece, Sea Guide” dell’editore Eagle Ray sono la scelta di maggior qualità per la Grecia. In edizione bilingue greco-inglese, si tratta di quattro volumi di grande formato che fungono non solo da guida, ma anche da carta nautica. Non hanno rivali in merito al dettaglio fornito, anche se il prezzo non è fra i più accessibili.

 

Per necessità di sintesi, ci fermiamo qui, ma la scelta di portolani e guide nautiche è ancora più ampia e variegata. Cosa aspettate allora? Date un’occhiata alla sezione dedicata sul nostro sito o passate a trovarci di persona: vi potrete immergere al piano interrato della nostra bottega, fra pareti di portolani ed enormi cassettiere di carte nautiche!