Tag: Evento

Mare Tascabile - Un anno in barcastop

PRESENTAZIONE IN LIBRERIA

GIOVEDÌ 30 MAGGIO 2019 ALLE ORE 19.00

Per la rassegna “Tutti i giovedì in libreria” patrocinata dal Comune di Milano, la Libreria del Mare ospiterà l’evento “Mare tascabile – Un anno in barcastop”.

"Un anno in barcastop" di Erica Giopp, edito da Alpine Studio - Evento "Mare tascabile"

Erica Giopp presenterà, infatti, il suo libro “Un anno in Barcastop”, edito da Alpine Studio. Ma cos’è il barcastop? Si tratta, in effetti, dell’autostop del mare, che si fa viaggiando in barca a vela, ricevendo passaggi in cambio di aiuto nelle pulizie o al timone.

IL VIAGGIO DI ERICA

Non lo fa per ritrovare se stessa, per cercarsi nel contatto con l’estremo. Lo fa per scappare: dai doveri, dagli impegni, dai trent’anni che si avvicinano. Erica lascia lavoro, fidanzato, amici e famiglia; parte a ottobre 2016 e torna un anno dopo.

Nel mezzo: 17000 miglia, un solo piccolo bagaglio, poche ore di sonno, molte di lavoro duro, intossicazioni alimentari, settimane di bonaccia e innumerevoli tramonti sull’oceano… di quelli da guardare in silenzio.

Il barcastop in Italia è poco diffuso, ma all’estero è già una moda. E’ un’esperienza che può fare chiunque: architetti, bariste, studenti, fotografe, con o senza figli, con più o meno soldi.

Il viaggio di Erica è un viaggio attraverso l’umanità, che ci fa conoscere in tutti i suoi aspetti più crudi, grezzi ma sinceri… Come le amicizie (e gli amori) che nascono nel mezzo del nulla, quando non si parla la stessa lingua, non ci si lava da giorni e si indossano
sempre gli stessi vestiti sporchi.

Erica torna l’anno dopo con più consapevolezza, senza imbarazzi, con più amore e fiducia nel prossimo, di quelli che solo chi ha condiviso il mare può provare.

“Mare tascabile – Un anno in barcastop” è un evento da non perdere. Il libro di Erica interessa, infatti, un pubblico trasversale, perché usa un linguaggio giovane e ritrae un’ampia gamma di personalità in cui il lettore può riconoscersi. Inoltre, non serve una conoscenza tecnica del mondo della navigazione: è una storia appassionante sia gli esperti sia chi soffre il mal di mare… Infine, Erica ha uno stile ironico e leggero e non ha la pretesa di ergersi a guida spirituale.

Emilio Delfino e Rivista Sirene La Libreria del Mare, Milano

Rivista Sirene: evento in libreria!

Giovedì 21 Febbraio 2019 Alberto Coretti presenterà le storie contenute nell’ultimo numero della rivista “Sirene“. La pittrice Clelia Aglieri curerà un approfondimento sulla vita e sulle opere del cartografo Emilio Delfino. L’evento avrà luogo presso La Libreria del Mare, in Via Broletto 28 a Milano, alle ore 18.30.

La Rivista Sirene

Rivista Sirene Journal La Libreria del Mare, Milano

La narrazione creata dalla rivista “Sirene” ha un approccio emotivo: infatti, è accuratamente dedicata a chi ama il mare. Stampata in grande formato, è caratterizzata da una peculiarità unica: le alghe in eccesso provenienti da ambienti lagunari a rischio sono la sua materia prima… La sua carta è a bassissimo impatto ambientale! Inoltre, nel 2016 “Sirene” è stata premiata con una “Graphite Pencil” ai D&AD Awards di Londra.

Il numero 8 della rivista “Sirene” racconta molte storie coinvolgenti: innanzitutto, gli oceani contagiosi di Thor Heyerdahl, che ha esplorato il pianeta a bordo del suo Kon-Tiki; a seguire, Daniel Costa, surfer e shaper dell’Alentejo in Portogallo. Poi i Bajau e l’antica arte dei kaca molo in Indonesia; infine, Tomoka Fukuda, una delle sole cinque donne a essere scese sotto i 100 metri… Fino ad arrivare a Emilio Delfino e alle sue opere.

Emilio Delfino

Portolano Artistico di Emilio Delfino La Libreria del Mare, Milano

Emilio Delfino era un navigatore e un cartografo dalla straordinaria umanità. Infatti, i suoi portolani artistici sposano scienza nautica e disegno creativo. I suoi raffinati diari di viaggio, invece, costituiscono una preziosa testimonianza storica: quella degli innumerevoli vagabondaggi per terra e per mare, condotti durante una vita intera.

Emilio Delfino, però, non era solo un uomo di mare: i suoi molti talenti lo hanno indirizzato anche verso altri settori, come quello della pittura a olio, tecnica utilizzata per la meravigliosa “Ariel and Taeping“! O il disegno a china e la produzione di una serie limitata di carte nautiche da parete.

 

Un appuntamento da non perdere, per gli appassionati di mare e non solo!